PRODOTTI IN MAGAZZINO

DOVE TROVARE I NOSTRI PRODOTTI

 

     

LE SEMENTI

Per coltivare la canapa sativa è necessario utilizzare sementi di varietà che sono state selezionate per le colture industriali e sono incluse in  una speciale lista europea.

       Le caratteristiche delle varietà attualmente disponibili sono disponibili nella scheda seguente

per ordinare on line le sementi disponibili e visionare le condizioni generali di vendita vai al sotto-menu – scarica 

CANAMILLA ®

Dalla unione di due piante mirabili nasce una miscela di foglie e fiori di canapa sativa e fiori di camomilla.

L’infuso di CANAPA SATIVA, viene fatto con le foglie della canapa comune (cannabis sativa), che si coltiva  per ricavarne corde e fibre tessili, materiali industriali per l’edilizia, carta, ecc. e  non si deve confondere con la cannabis indica, perché non contiene il principio attivo  Thc, classificato come “stupefacente”.    La tisana di canapa possiede effetti simili a quelli della camomilla avendo un effetto rilassante e distensivo. Inoltre i suoi principi nutritivi  aiutano il metabolismo e fortificano  il sistema immunitario.

L’infuso di CAMOMILLA  è  ben noto a tutti per il suo effetto rilassante ed il gusto gradevole.

La camomilla è sempre stata apprezzata per via delle doti antispasmodiche, che hanno su l’organismo  un effetto sedativo e calmante che aiuta dunque a dormire meglio, favorendo un generale senso di benessere e calma. La camomilla possiede inoltre delle proprietà antinfiammatorie, agisce positivamente quando sono presenti troppi gas intestinali ed aiuta a controllare stati febbrili e dolorosi, attacchi di funghi e batteri

Per esaltare le proprietà della canapa è opportuno preparare l’infuso utilizzando acqua calda (max 110 C°) ed aggiungere latte o panna.

 

contatore accessi

 

Pasta di Canapa  canapasta   

“CANAPASTA”

La pasta tradizionale all’italiana preparata con l’aggiunta di

farina di semi di canapa

Canapasta è qualcosa di più della variante alla classica pasta a base di farina di grano duro, trafilata ed essiccata, a cui si aggiungono elementi e sostanze per conferire un gusto particolare, al peperoncino, al nero di seppia, al tartufo, ecc.   Nella Canapasta viene miscelata una percentuale(15%) di farina estratta dal seme di Canapa Sativa, una pianta che è sempre stata coltivata per utilizzarne le fibre e farne corde e tessuti, da cui però si ottengono anche dei semi ricchi di olio, prezioso per il suo alto contenuto di acidi grassi insaturi Omega 3 ed Omega 6

Una volta estratto l’olio, la sostanza secca che rimane, in cui sono presenti alte quantità di proteine vegetali, viene accuratamente macinata e la farina così ottenuta viene miscelata con altre farine, solitamente di cereali, fino ad ottenere la mescola giusta per produrre pasta, pane e vari prodotti da forno.

 


            semi di canapa

I semi di canapa rappresentano un alimento naturale selezionato a partire da speciali sementi autorizzate di Canapa Sativa alimentare. I semi di canapa sono rinomati soprattutto per via del loro particolare valore nutrizionale.Essi sono infatti considerati un alimento completo dal punto di vista del contenuto di aminoacidi e benefico per il loro apporto di vitamine e di minerali all'interno dell'alimentazione umana.

Proprieta' dei semi di canapa

I semi di canapa sono composti per un quarto da elementi proteici, in una combinazione unica rispetto a gran parte degli alimenti vegetali. Essi contengono infatti tutti gli aminoacidi essenziali per la sintesi delle proteine. Gli aminoacidi rappresentano gli elementi a partire dai quali il nostro organismo è in grado di produrre le proteine necessarie al proprio funzionamento. Per questo motivo, i semi di canapa sono considerati come un alimento completo dal punto di vista proteico. Gli 8 aminoacidi essenziali che essi contengono sono: leucina, isoleucina, fenilalanina, lisina, metionina, treonina, triptofano e valina.

Essi contribuiscono al rafforzamento del sistema immunitario del corpo umano e la loro frazione lipidica contiene circa per il 75% acidi grassi polinsaturi essenziali, come l'acido llinolenico, linoleico e alfalinoleico. Si tratta di acidi grassi polinsaturi considerati essenziali per il funzionamento dei muscoli, dei recettori nervosi e di numerose ghiandole presenti nel nostro organismo. Nei semi di canapa, gli acidi grassi omega3 ed omega6 sono presenti secondo un rapporto proporzionale ritenuto ottimale e utile per la regolazione delle attività metaboliche dell'organismo.

Non è da sottovalutare il contenuto vitaminico dei semi di canapa, che vede, in particolare, la presenza di vitamina E, adatta a svolgere una importante azione antiossidante, oltre che di sali minerali, come potassio, magnesio e calcio. I semi di canapa sono considerati come un alimento adatto alla prevenzione di colesterolo alto, asma, sinusite, artrosi, tracheite e malattie legate all'apparato cardiocircolatorio, per via del loro particolare contenuto nutrizionale. Sono inoltre considerati come un alimento adatto a proteggere ghiandole, muscoli e sistema nervoso.

Come usare i semi di canapa

I semi di canapa possono essere consumati crudi e considerati come una sorta di integratore alimentare di origine completamente naturale. Il loro utilizzo più semplice ne prevede l'aggiunta come condimento o ingrediente vero e proprio a piatti come insalate, macedonie e muesli per la colazione o la merenda. Possono essere inoltre utilizzati nella decorazione dei dessert, nella preparazione del pane, dei grissini o di altre pietanze calde, tenendo conto però che il loro valore nutrizionale viene mantenuto intatto soltanto quando essi sono crudi. A crudo possono inoltre essere utilizzati come ingrediente aggiuntivo nella preparazione dei frullati.

Vi sono ulteriori impieghi che riguardano i semi di canapa. Essi vengono infatti macinati finemente per ottenere la relativa farina, vengono utilizzati nellapreparazione di latte di semi di canapa, ma anche del tofu di canapa, una variante del tofu classico, a base di fagioli di soia gialla, oltre che di seitan ai semi di canapa.

I semi di canapa vengono inoltre utilizzati nella preparazione dell'olio di canapa. Si tratta di una tipologia di olio da utilizzare a crudo nel condimento delle pietanze. L'olio di semi di canapa mantiene le proprietà dei semi stessi, risultando altrettanto ricco di acidi grassi essenziali. L'olio di semi di canapa viene spremuto a freddo affinché le sue proprietà non vadano perdute. Esso viene utilizzato in ambito alimentare e risulta molto gradevole grazie al suo sapore di nocciola, proprio dei semi di canapa stessi, ma può essere impiegato anche in ambito cosmetico, per il nutrimento della pelle e per effettuare dei massaggi.

Dove trovare i semi di canapa

E' possibile reperire in commercio semi di canapa di origine biologica sia integrali che decorticati. I semi di canapa possono essere acquistati nelleerboristerie, nei negozi di prodotti biologici e di alimentazione naturale, oppure online. I semi di canapa in vendita in Italia sono selezionati da specie di Canapa Sativa adatte all'alimentazione umana. Attraverso i medesimi canali di vendita, è possibile reperire in commercio dell'olio di semi di canapa biologico e spremuto a freddo. Si può trovare facilmente online; noi suggeriamo questo

 

 

contatore dati scaricati internet


                                

Farina tipo semola

La cosiddetta farina di canapa si ottiene da quello che rimane dei semi di canapa dopo l’estrazione dell’olio, il panello, che viene opportunamente macinato, setacciato e selezionato.  La quantità maggiore, che abbiamo definito “tipo semola”,  è di grana grossa e viene normalmente mescolata a farina di grano o di altri cereali, per realizzare prodotti da forno, come il pane, le focacce e le piadine,  la pizza,  i biscotti, la pasticceria, e la pasta, fresca o essiccata.

La percentuale di farina di canapa  che viene impiegata varia molto, a seconda del prodotto e della  ricetta, ma conferisce un gusto tipico ed inconfondibile, che viene spesso esaltato dall’uso combinato dell’olio di canapa come condimento a freddo.

Al di là del gusto, che è pur sempre soggettivo, la farina di canapa conserva, come per altri versi l’olio, una parte delle proprietà e delle sostanze che erano nel seme, le quali hanno un  importante valenza dietetica e salutare.

In particolar modo la farina si distingue per un contenuto molto alto di proteine  - 28%  - che comprendono tutti e nove gli amminoacidi essenziali, in una combinazione

che fornisce al corpo le materie prime su cui creare altre proteine come le

immunoglobuline (gli anticorpi)

questo importante rapporto ai valori ideali.

FIBRE

La farina proteica di canapa è ricca di fibre, ne contiene infatti il 20,7%.

CALCIO

200mg / 100g

POTASSIO

980mg / 100g

 

               

     

                                                                      Esame di laboratorio

                                            

 

“OLIO DI SEMI DI CANAPA”

I semi di canapa contengono in natura un olio prezioso che viene estratto a freddo per essere usato come condimento e componente di vari prodotti alimentari mantenendo tutte le proprie virtù salutari. 

L’olio di canapa contiene due acidi grassi essenziali: quello linoleico (omega 6) e l’alfa-linolenico (omega 3), che l’essere umano non è in grado di sintetizzare e deve quindi ottenerlo dal cibo.

 Come utilizzarlo

Per conservare intatte le sue proprietà nutritive e terapeutiche è consigliato consumarlo a crudo, come un normale olio per condire insalate, cereali, zuppe, sughi, pasta, riso, verdure, per insaporire il pane , ecc.

Il sapore è gradevole, con un gusto di nocciole. Dato che ha un basso punto di fumo non va usato per friggere ma deve essere consumato a freddo. Per mantenere l'olio di canapa a lungo e prevenirne l’ossidazione e l’irrancidimento, occorre conservarlo in bottiglie di vetro scuro, o lattine, al riparo dafonti di luce e calore. Dopo l'apertura, l'olio di semi di canapa andrebbe conservato in frigorifero.

La composizione dell’olio di canapa va a completare quella dell’olio extravergine di oliva; una miscela di questi due olii apporta all’organismo la quantità ottimale di tutti gli acidi grassi che sono indispensabili per il nostro corpo. E’ stato dimostrato che la somministrazione dell’olio di semi di canapa è efficace per la cura di diverse patologie: data la sua potentissima azione antinfiammatoria è un toccasana sulla pelle nel trattamento di psoriasi, eczema, vitiligine, eczemi, micosi, irritazioni da allergie, dermatiti secche e per tutte le infiammazioni o irritazioni localizzate, può inoltre migliorare le condizioni della pelle affetta da acne.

Oltre che all’assunzione per bocca, si applica anche direttamente sulla zona da trattare per ridurre i pruriti e le infiammazioni ed è efficace anche per la cura dei funghi alle unghie (onicomicosi). Viene usato anche per la prevenzione e per la cura di artrite reumatoide ed osteoporosi, diabete, depressione, deficit della memoria e dell’apprendimento, patologie dell’apparato respiratorio, malattie degenerative del sistema immunitario.; viene impiegato per curare problemi di apprendimento, deficit della memoria, difficoltà di concentrazione e mancanza di attenzione, depressione cronica e depressione post-parto, sindrome premestruale e nella menopausa. L’olio di canapa è impiegato, inoltre, nella cura di malattie asmatiche e affezioni respiratorie, sia delle basse che delle alte vie respiratorie

 Dosi per uso terapeutico

In genere per gli individui sani (quindi per la prevenzione) è consigliabile prendere un cucchiaino da tè al mattino a digiuno per tutto l’anno (o per sei mesi all’anno), mentre per i soggetti affetti da patologie 1 cucchiaio al giorno per tutto l’anno, fino ad arrivare a 3 cucchiai come terapia di attacco.

contatore visite gratis